Archivio 2012/2013

Archivio 2012/2013

Visita biblioteca giugno_2013

VISTA ALLA BIBLIOTECA DI VARALLO SESIA

Venerdì 7 giugno la professoressa Sabrina Contini, come ogni anno, ha portato in Sala Rari alcuni ragazzi della classe III del Liceo di Scienze Applicate di Gattinara, per far loro  incontrare fisicamente i libri, dai più antichi a quelli di oggi.

 

Leggi tutto: Visita biblioteca giugno_2013

FOSSOLI_2013

VIAGGIO PREMIO CARPI - FOSSOLI
PER IL CONCORSO REGIONALE DI STORIA CONTEMPORANEA
 

Nei giorni 4 e 5 Maggio 2013 Sara Rampon, Anna Gaetani, Umberto Daffara e Filippo Tinelli della classe 3 liceo dell'Istituto superiore "G. Ferrari" di Borgosesia, opzione scienze applicate- sede distaccata a Gattinara, e Costanza Rotti, della classe 4 A scientifico tradizionale, accompagnati dalla docente Sabrina Contini, hanno partecipato ad un viaggio-studio organizzato dal Consiglio regionale del Piemonte - Comitato regionale Resistenza e Costituzione che é consistito in una visita guidata presso il Museo Cervi di Gattatico, tra Parma e Reggio Emilia, e poi al campo di Fossoli, che è uno dei più importanti luoghi della memoria del nostro Paese e non solo per la storia della deportazione. Nato nel 1942 come campo di prigionia per i militari inglesi, dopo l’8 settembre 1943 e la fondazione della RSI, si trasforma in campo di concentramento per ebrei e prigionieri politici per diventare, nel 1944, campo di smistamento per la deportazione nei lager, sotto il controllo diretto delle SS. Nelle sue baracche sono passati migliaia di deportati diretti a Auschwitz, Ravensbruck, Bergen-Belsen e Mauthausen. Il viaggio è terminato al Museo monumento al deportato di Carpi ed ha avuto come chiave distintiva la possibilità per i ragazzi di confrontarsi direttamente con testimoni diretti del periodo storico da loro affrontato, nelle persone di Franco Berlanda, comandante partigiano, e Bruno Segre, presidente dell’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti, e di poter contare sull'ottima preparazione della storica Donatella Sasso dell’Istituto Salvemini.

 

Questo viaggio - premio è il risultato positivo della partecipazione al Concorso regionale di storia contemporanea indetto come tutti gli anni dalla Regione Piemonte, la cui cerimonia di premiazione è avvenuta giovedì 11 aprile alla presenza del vicepresidente del consiglio, Roberto Placido, e dell'assessore alla cultura Michele Coppola. Il loro lavoro, una presentazione multimediale, ha avuto lo scopo di riportare alla memoria gli eventi relativi al campo prima citato; per mezzo di interviste i ragazzi hanno fatto notare come molte persone non sapessero dell'esistenza di questo campo. A questo è seguito un racconto in cui è una delle baracche del campo a narrare in prima persona e a fissare con voce eterna le atrocità commesse in quel luogo. I ragazzi hanno dimostrato una grande sensibilità nell'affrontare questo argomento e, rivolgendosi ai loro coetanei, hanno trovato sicuramente il modo migliore per coinvolgerli e farli riflettere. Si ritengono soddisfatti del loro lavoro e entusiasti del viaggio a cui hanno partecipato.

LINK

Per la premiazione

http://www.cr.piemonte.it/cms/comunicati/2013/aprile/1341-progetto-storia-contemporanea.html

Per il viaggio

http://www.cr.piemonte.it/cms/comunicati/2013/maggio/1389-viaggio-al-museo-cervi.html

http://www.cr.piemonte.it/cms/comunicati/2013/maggio/1391-concluso-il-viaggio-a-carpi-e-fossoli.html

 

PER EVENTUALI ALTRE INFORMAZIONI CONTATTARE LA SCUOLA

ALLO 0163 22236 OPPURE ALLO 0163 827257 (sede di Gattinara)

CHIEDENDO DEL PRESIDE ALBERTO LOVATTO

 

Premiazione 11 aprile 2013

alt

alt

Viaggio studio- Carpi - Fossoli 4 e 5 maggio 2013

 

 

Giornata della memoria_2013

Giornata della memoria

In occasione  della Giornata della memoria 2013 abbiamo proposto ai ragazzi del triennio dell'ITG e della terza classe del Liceo delle  Scienze Applicate, di approfondire il tema della Shoah  e dell'antisemitismo, anche in relazione ad argomenti storici e letterari  affrontati in classe . Abbiamo  voluto  però che gli studenti si sentissero  liberi  nella scelta dei contenuti e del modo di presentarli affinché, sensibilizzati verso un momento commemorativo di cui non ci sembra che  venga sempre percepita la giusta importanza, ne diventassero consapevoli protagonisti. Ci interessava che non rimanessero indifferenti di fronte ad eventi  che rappresentano una vera e propria cesura della storia , nella quale è stata distrutta la nozione stessa di umanità.

 Se l’avvio dell’iniziativa è stato piuttosto lento , anche per i concitati impegni di fine quadrimestre , all’approssimarsi del 27 gennaio l’interesse e la partecipazione degli studenti sono progressivamente cresciuti , andando persino oltre le aspettative e coinvolgendo la quasi  totalità delle classi . I trenta  cartelloni  prodotti , frutto della   creativa dedizione dei nostri ragazzi , organizzati in un percorso visivo  secondo  criteri tematici e cronologici , sono stati collocati nell'atrio della Scuola , su pannelli cortesemente messi a disposizione dall'Amministrazione Comunale. Per una settimana , dal 28 gennaio al 2 febbraio ,  tutti gli studenti hanno potuto , nei  modi più diversi , seguire il percorso espositivo della Mostra, osservando , leggendo , commentando e conoscendo aspetti della Shoah che forse non avevano mai considerato e di cui , ci auguriamo, possano conservare  le tracce dentro di sé negli anni futuri.  Abbiamo deciso di intitolare la mostra "Non solo Memoria” per sottolineare che anche la memoria a volte può rivestirsi di retorica e , per evitare che questo accada, è necessario cercare il coinvolgimento personale degli studenti . Non abbiamo chiesto loro il rispetto rigoroso del metodo della ricerca storiografica , ma la sincera adesione della coscienza, perché all'indifferenza subentri lo sdegno, all'abitudine la ribellione e all'accettazione passiva la mobilitazione contro ogni barbarie, di ieri e di oggi. Ci ha sostenuto , nel  nostro impegno , la speranza che questo fosse solo l’inizio di un cammino personale di civiltà ...e la risposta che i ragazzi hanno saputo offrirci ci dà la  certezza di averlo intrapreso insieme.              -  I Docenti  -  

Per vedere le foto dei cartelloni clicca qui