Archivio 2012/2013

Intitolazione

 

Cerimonia di intitolazione

dell’istituto tecnico per Geometri

 

 

"Mercurino Arborio di Gattinara"

                        

            L’istituto tecnico per geometri di Gattinara, sezione associata all’istituto superiore ‘G. Ferrari’ di Borgosesia, è stato intitolato alla memoria di «Mercurino Arborio di Gattinara». La cerimonia è avvenuta sabato sette maggio 2005 con inizio alle 9.15 nella sede di via Volta 27.

 

            La manifestazione è stata introdotta dalle autorità presenti che hanno portato il loro saluto, alle quali è seguita la commemorazione di Mercurino Arborio, curata dall’ing. Franco Ferretti, presidente dell’associazione culturale di Gattinara.

            A seguire lo scoprimento della targa di intitolazione con rinfresco a cura dell’istituto alberghiero di Gattinara mentre alle 12 vi è stato l’incontro tra gli addetti dell’Osservatorio sulle Politiche Giovanili della Provincia di Vercelli e gli allievi delle classi quarte e quinte dell’Itg sul tema “I giovani e l’Europa. Le tematiche trattate sono state: scambi, volontariato, esperienze lavorative”.

 

 

* * *

 

Qualche nota storica. Il Gattinara è da considerarsi uno dei più grandi consiglieri della politica di Carlo V. La portata storica e l’abilità politica del gran cancelliere sono importantissime, soprattutto se si considera il tempo difficile in cui egli operò, così ricco e complesso di eventi speciali. Grande giurista, raffinato diplomatico, illustre ed abile mediatore, Mercurino Arborio di Gattinara può essere comparato, secondo gli studiosi del settore, all’intuizione politica del Metternich.  «E forsesi legge in alcune note storicheil paragone pecca per difetto, se si tien conto del potere dei regnanti di allora e della generale ignoranza e arretratezza dei popoli nel periodo in cui il cancelliere opera».

Di studi su Mercurino ne sono stati fatti ed in particolare l’associazione culturale di Gattinara si occupa di andare a riprendere, studiare, elaborare dati e note storiche del passato.

«Dopo la commemorazione di Mercurio, avvenuta il 3 giugno 2000 – scrive il professor Gianni Manfredini, in un testo presente nel sito internet dell’associazione - sono state effettuate numerose ricerche nei principali Musei europei ad opera degli Accademici pontifici, in particolare dal prof. Guglielmo de' Giovanni Centelles di Roma e dal prof. Pierre Chaunu (medioevalista) della Sorbona di Parigi, per scoprire il vero volto di Mercurino. Il celebre pittore fiammingo Jean Cornelisz Verneyen ha ritratto Mercurino nel periodo più intenso del suo cancellierato. Il quadro è riemerso dai Musei Reali delle Belle Arti del Belgio. Tutti i ritratti di Mercurino, finora conosciuti, sono stati dipinti post-mortem ed in base a studi puramente empirici e da notizie storiche tramandate».

Non manca anche il legame con il vino:  il Marchese di Gattinara cardinale Mercurino Arborio, Cancelliere di Carlo V e amante del vino delle sue terre, osò presentarlo alla Corte del Re di Spagna. Il vino di Gattinara, infatti, lega il suo nome a questo famoso diplomatico, entusiasta ammiratore ed infaticabile degustatore.